28 Apr

Si è tenuto presso il CSC Centro Servizi Impresa di Castel Goffredo un incontro molto partecipato organizzato da CSC, Marsh e Confindustria Mantova sulla quanto mai attuale e innovativa tematica dell’identificazione del rischio ambientale come azione pro attiva del tessuto industriale per prevenire, almeno in parte, i rischi collegati all’impatto ambientale e i costi ad esso correlati che un’impresa dovrebbe sostenere nel lungo periodo.
L’Ing. ambientale Elisa Notarangelo di Marsh Risk Consulting ha focalizzato l’attenzione dei presenti sul cosa fare per tutelare l’impresa all’interno di un panorama normativo che ha definito requisiti ambientali molto restrittivi, profili di responsabilità sempre più ampi per le aziende e sul grande impatto economico e mediatico che un inquinamento ambientale porta con sé. foto castelgoffredo
La soluzione percorribile per l’impresa è quella di adottare un approccio alla gestione del rischio integrata, e con un rapporto proattivo con le autorità competenti ben sapendo che il trasferimento del rischio al mercato assicurativo è l’ultimo passaggio e possibilità che l’azienda deve adottare per tutelare i suoi asset.