22 Lug

Le condizioni generali per la prevenzione degli infortuni sul lavoro sono previste dal Testo Unico sulla Sicurezza sul lavoro (Dlgs 81/2008) e successive integrazioni del 2009. 

L’infortunio sul lavoro è l’evento, di natura violenta, che coinvolge il lavoratore durante lo svolgimento delle sue funzioni, causandogli lesioni o menomazioni.

All’interno dell’azienda il datore di lavoro è garante per la sicurezza dei lavoratori e responsabile per l’applicazione delle norme antinfotunistiche. In collaborazione con le altre figure indicate dalla legge, deve provvedere al riconoscimento dei rischi e all’adozione e manutenzione dei dispositivi di sicurezza.

Figure coinvolte nel piano di prevenzione degli infortuni

In azienda deve esservi un Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, con compiti di osservazione e di segnalazione di disfunzioni e di ulteriori necessità di dotazioni.

La legge richiede anche la presenza di un Servizio di Prevenzione e Protezione, che, formato da esperti in materia, può essere interno o esterno all’azienda ed è coordinato da un responsabile. Le sue funzioni sono:

  • identificazione dei rischi e la determinazione delle contromisure necessarie;
  • individuazione degli elementi di protezione e dei sistemi di controllo;
  • formazione e informazione dei lavoratori.

L’azienda deve nominare inoltre un medico aziendale, definito medico competente, che deve effettuare le visite all’assunzione, ripeterle annualmente ed esprimersi sulla adeguatezza delle mansioni per ogni lavoratore.

Cos’è il Documento di Valutazione dei Rischi

Obbligatorio per legge, in tutte le aziende, è il Documento di Valutazione dei Rischi. Questo deve essere redatto dal datore di lavoro, insieme al:

  • Responsabile per la Sicurezza
  • Rappresentante dei lavoratori
  • Medico competente.

Il Documento di Valutazione dei Rischi riepiloga tutti i provvedimenti per la sicurezza adottati in seno all’azienda e deve essere aggiornato in seguito all’introduzione di cambiamenti.

Perché formare i lavoratori sulla prevenzione degli infortuni

Indispensabili l’informazione e la formazione dei lavoratori ad esempio attraverso corsi di prevenzione e protezione. L’informazione deve comportare la puntuale trasmissione di notizie relative ai rischi correnti e ai meccanismi di controllo presenti. La formazione deve articolarsi in specifici percorsi di apprendimento delle procedure atte alla tutela della sicurezza.

Per particolari categorie di lavoratori, la legge prevede anche l’addestramento, finalizzato all’acquisizione delle capacità di utilizzo delle attrezzature e delle macchine da lavoro. 

Ogni potenziale rischio, così come i mezzi di salvataggio, compresi quelli antincendio, devono essere segnalati in modo visibile con apposita segnaletica.

Assoservizi offre anche servizio di consulenza sicurezza sul lavoroL’obiettivo è quello di aiutare le imprese di Mantova nell’applicazione delle normative e nella definizione delle misure preventive più adeguate.