22 Ago

La valutazione del rischio d’incendio è una componente essenziale per la sicurezza nei luoghi di lavoro e deve essere integrata nel Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) previsto dall’art.17 e 28 del Decreto legislativo 81/2008.

Come valutare i fattori di rischio incendi in un luogo di lavoro

Il DM 10 marzo 1998 individua i criteri e le misure di prevenzione da mettere in atto al fine di ridurre il pericolo di un incendio e per contenerne le conseguenze. 

Il pericolo d’incendio definisce un potenziale intrinseco posseduto da un materiale o da delle attrezzature ma anche da pratiche e procedure adottate negli ambienti di lavoro che determinano una condizione di rischio incendio

Al fine di una corretta valutazione dei rischi bisogna considerare diversi elementi quali: il tipo di attività svolta; la tipologia e la quantità dei materiali e delle sostanze utilizzate; la tipologia costruttiva, le dimensioni e la distribuzione dei locali dei luoghi di lavoro.

I fattori di rischio principali si suddividono in diverse categorie:

  1. La prima è rappresentata dai ‘materiali e sostanze infiammabili‘ come ad esempio i combustibili e le materie plastiche, la presenza di grandi quantità di carta, sostanze esplodenti, prodotti chimici, gas e così via.
  2. La seconda categoria individua le possibili ‘sorgenti di innesco‘, ovvero quegli elementi o quelle situazioni che sono in grado di provocare l’incendio. Queste possono essere superfici a temperatura elevata, cariche elettrostatiche, fiamme libere, scintille, macchinari o impianti non a norma ed obsoleti.
  3. Il terzo elemento di rischio è rappresentato dai ‘fattori esterni‘ quali, ad esempio, territori ad alta sismicità, carenze di manutenzione, vicinanza con attività ad alto rischio incendio, metodo di lavoro scorretto.

Prevenzione e protezione dei luoghi di lavoro dal rischio incendi

In generale, la prevenzione e protezione ha come obiettivo quello di eliminare o ridurre le situazioni in cui può insorgere un incendio; individua ed organizza le vie d’uscita d’emergenza; adotta misure per la rapida segnalazione dell’incendio; garantisce la presenza di dispositivi antincendio quali estintori, idranti e sistema antincendio adeguati ai rischi ed alle dimensioni dell’edificio. 

Altre misure previste nel documento di prevenzione e protezione sono:

  • la costante formazione del personale alle norme ed alle pratiche antincendio;
  • la presenza delle vie d’emergenza;
  • l’indicazione delle procedure da seguire in caso d’incendio;
  • le esercitazioni periodiche per l’evacuazione dai locali di lavoro.

Assoservizi Mantova opera nel settore della sicurezza, agevolando le imprese nell’applicazione delle normative riguardanti anche la prevenzione e la protezione dal rischi incendi.