16 Giu

I soggetti non più obbligati all’iscrizione ed all’utilizzo di SISTRI (1) che non intendono mantenere l’iscrizione dovranno restituire i dispositivi USB ed è opportuno che manifestino tempestivamente tale volontà al fine di prevenire eventuali contenziosi in ordine al versamento del contributo per l’anno 2014.

Pertanto, si consiglia alle imprese non più obbligate a SISTRI:

  1. di inviare entro fine anno una comunicazione (fac-simile predisposto da Confindustria) (2), su carta intestata dell’azienda, a mezzo raccomandata A/R,
  2. di ritirare i dispositivi USB in dotazione ai delegati aziendali e non più in uso,
  3. di custodire i dispositivi USB in attesa delle indicazioni per la loro restituzione.

Per quanto riguarda le black box montate sui mezzi adibiti al solo trasporto di rifiuti non pericolosi, in mancanza di istruzioni in merito alla procedura di disinstallazione e restituzione per cessato obbligo di SISTRI, si consiglia nel frattempo di rescindere i contratti con gli operatori telefonici che hanno fornito le schede SIM utilizzate nelle black box che si intendono restituire.

 

Riferimenti e collegamenti:

(1) Non sono più obbligati all’iscrizione ed all’utilizzo di SISTRI i produttori iniziali di rifiuti non pericolosi e gli enti o le imprese che effettuano attività di raccolta, trasporto, gestione, commercio e intermediazione di rifiuti non pericolosi (ai sensi dell’art. 188-ter del D.Lgs. n. 152/2006, come modificato dal D.L. n. 101/2013). Questi soggetti possono aderire volontariamente a SISTRI, ma tale adesione deve essere espressa per iscritto.

(2) Fac-simile comunicazione – Contattare Marco Bonfante CONFINDUSTRIA Mantova – uff. Ambiente

 

A cura di Marco Bonfante (bonfante@assind.mn.it)

Riprodurre integralmente o parzialmente il presente testo, senza citare l’autore e la fonte, è reato ai sensi della Legge 633/1941 e s.m.i. con Legge 248/2000.